Sentenze

La Cassazione si esprime su importanti principi in tema di contenzioso bancario

Con sentenza numero 9140 del 19.05.2020, la prima sezione civile della Corte di Cassazione ha statuito alcuni importanti principi in tema di contenzioso bancario.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Gli accertamenti sulla prescrizione vanno eseguiti sul “saldo ricalcolato”

Con ordinanza n.9141 del 19.05.2020, la Cassazione ha chiarito alcuni principi in tema di prescrizione del diritto di ripetizione del correntista.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

La Cassazione sull'obbligo di deposito dei D.M. di rilevazione dei tassi soglia

Con ordinanza n.8883 del 13.05.2020, la terza sezione civile della Corte di Cassazione ha finalmente chiarito che, allegato il superamento dei tassi soglia nell'ambito del rapporto intercorso tra banca e cliente, quest'ultimo non è onerato di depositare il giudizio i DM concernenti la rilevazione dei limiti usurari, dovendosi, gli stessi, darsi per conosciuti dal Magistrato.

Il Tribunale di Pescara sul contenzioso bancario nei rapporti di mutuo

Il Tribunale di Pescara, con sentenza n.557 del 28.03.2019, ha affrontato tutti i temi del contenzioso aventi ad oggetto rapporti di mutuo.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Usurarietà del tasso di mora:sentenza in attesa dell'intervento della Cassazione

Con sentenza del 14 dicembre 2019, il Tribunale di Torino si è espresso con riguardo all'usurarietà della clausola concernente gli interessi di mora in un contratto di mutuo.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Usuraio il tasso di mora pari al tasso "soglia"

Con sentenza n.1241 del 5 febbraio scorso, la quinta sezione civile del Tribunale di Napoli ha confermato la validità di una tesi da sempre sostenuta dallo scrivente: è usuraria la clausola relativa agli interessi di mora che contempli l'applicazione di un tasso esattamente pari al "tasso soglia" e che preveda che il calcolo degli interessi sia fatto sulla base degli effettivi giorni di ritardo ma con divisore 360. E' evidente, difatti, che l'utilizzo del divisore 360 determina un surrettizio incremento di tasso e, quindi, il superamento della soglia di usura. Tale tipo di clausola è spesso  inserita nei contratti di mutuo di una nota banca italiana. Deve comunque ricordarsi, per completezza di informazione, che si è in attesa del pronunciamento delle SS.UU. sulla rilevanza da attribuire alla nota maggiorazione del 2,1% indicata dalla Banca d'Italia per la determinazione del limite usurario degli interessi di mora (rilevanza implicitamente esclusa nella pronuncia in commento).

Le verifiche antiusura sui mutui erogati a stato avanzamento lavori

La Corte di Cassazione ha stabilito quale tasso soglia va impiegato per le verifiche antiusura sui mutui erogati a stato avanzamento lavori

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi